Da leggere: L’inverno di Frankie Machine

Frankie Machianno, a tutti noto come Frankie Machine, è il raffinatissimo mafio-killer uscito dalla penna di Don Winslow. L’inverno di Frankie Machine (Einaudi) è uno dei migliori libri del grande scrittore americano, pubblicato qualche anno fa e da me recuperato con notevole ritardo. Ma nel mondo dei libri il tempo vale il giusto. È bello… Continua a leggere Da leggere: L’inverno di Frankie Machine

Tutto è meglio della morte! (La morte di Ivan Il’ic)

La morte di Ivan Il’ic è uno schiaffone in faccia perchè ti riporta ai fondamentali costringendoti a fare i conti con la morte, o con la vita. Una contiene l’altra, non sono separate. Sia detto da un non amante della letteratura russa, solo uno scrittore del calibro di Lev Tolstoj è in grado di calarsi… Continua a leggere Tutto è meglio della morte! (La morte di Ivan Il’ic)

L’ultimo ritorno a Holt

È come quando vedi il figlio del tuo migliore amico. Nel ragazzo ritrovi atteggiamenti e pose che hai visto nel padre. Non sono esattamente gli stessi, ma tu le riconosci perchè le hai vissute e viste tempo fa. È la prima sensazione che mi è venuta leggendo La strada di casa di Kent Haruf. È… Continua a leggere L’ultimo ritorno a Holt

Ritwitta e commenta: il male di Twitter

Ma precisamente, quand’è che abbiamo deciso di abusare della funzione “Ritwitta e commenta”? Non bastava usare la funzione rispondi quando si vorrebbe dire qualcosa a qualcuno? Poi dice che i social sono il luogo del dialogo, che tutto è conversazione. Vero ma sono anche una grandissima bolla dove proliferano ego smisurati che arrivano una mezz’ora… Continua a leggere Ritwitta e commenta: il male di Twitter

Continua la saga di Lisbeth

David Largercrantz è il continuatore della trilogia Millennium di Stieg Larsson. È l’autore dei capitoli 4 e 5

In difesa dell’uomo che timbrava in mutande

Siamo sempre più abituati a non andare oltre ciò che è più complesso di 2+2, eppure la vicenda di Muraglia non è complicata: il tempo in cui uno si veste per il lavoro, cioè il tempo di indossare la divisa da vigile, è tempo di lavoro o no? Secondo i giudici è tempo di lavoro,… Continua a leggere In difesa dell’uomo che timbrava in mutande

Audiolibro, la mia esperienza

Sono tre libri fantastici. Leggendoli (nel caso di Gatsby una rilettura) si nota che intersecano tutti e tre gli anni del primo ‘900, almeno all’inzio, ma sono tre mondi totalmente diversi che la letteratura rende universali. Non invecchiano. F.S. Fitgerald ha una scrittura raffinatissima, quei ricami letterari un po’ barocchi di Canne al vento sono… Continua a leggere Audiolibro, la mia esperienza

Fondazioni bancarie, Bologna disattenta sul patrimonio della comunità

Il dibattito e le polemiche di questi giorni sulla Fondazione Carisbo (Approfondisci: Repubblica, Carlino, Corriere)  , mi ha fatto pensare a due cose: 1) Come nei cda delle banche svizzere, i protagonisti sono quasi tutti maschi, tutti uomini, tutti più o meno provenienti dalle stesse università o ambienti sociali, tutti vestiti allo stesso modo. È… Continua a leggere Fondazioni bancarie, Bologna disattenta sul patrimonio della comunità

Siamo tutti un po’ Stoner

Avete provato qualche volta a immaginare quelle poche ore prima della morte, in cui a volte si è presenti e a volte no? Un territorio sconosciuto perché nessuno lo ha potuto raccontare.  Quello che ci è  andato più vicino, stando alle sensazioni che si hanno leggendo quelle pagine, è John Edward Williams, l’autore di Stoner.… Continua a leggere Siamo tutti un po’ Stoner

Botteri? Lo shaming è Striscia

Scopro, con notevole ritardo, che il caso Botteri nasce da Striscia la Notizia. La risposta più intelligente è quella che ha dato la stessa giornalista, ad avercene….Da persone come lei abbiamo solo da imparare. Devo anche dire che fa anche un po’ specie questo effetto bandwagon da solidarietà da social network, quando Striscia ha costruito… Continua a leggere Botteri? Lo shaming è Striscia